Cocktail di presentazione “Progetto Sicurezza a Cavallo”

0 di MaddaVi

Saranno gli impianti del CIL ad ospitare il corso dedicato alla “Sicurezza a Cavallo” del gruppo Il Castello di Darany, il giorno 29 settembre alle ore 18:30 in via Fetonte, 21 – Milano.

E’ importante imparare a gestire le proprie reazioni di fronte all’ “ imprevisto”(la caduta) e a conoscere le proprie emozioni e sensazioni e sapere come trasmetterle e condividerle con il cavallo.

Ed imparare i fondamentali di una delle più antiche discipline orientali incentrate sul controllo di sé e del proprio corpo è uno degli step fondamentali nella vita di un cavaliere responsabile, principiante o professionista che sia.

La formula del programma “Safeguard Skill” del Castello di Darany si divide in 4 pilastri:

  1. un lavoro di neorocettivita’ e propriocettivita’ per intervenire direttamente sulla struttura fisica attraverso la nutrizione e un adeguato allenamento e la possibilità di uno screening sul DNA per individuare eventuali patologie.
  2. applicazione delle tecniche di sicurezza ispirati dalle varie tecniche di arti marziali mentre si pratica lo sport per acquisire meccanismi di protezione automatici.
  3. conoscenza approfondita del cavallo.
  4. conoscenza approfondita dell’entourage dove si pratica lo sport.

 

  • La Nutrizione Conservativa
  • Le basi della Nutrizione e i nostri organi;
  • Relazione tra veni e Nutrizione;
  • Gli alimenti come sistema informazionale e non solo di sostentamento;
  • La scelta nutrizionale.

Colloquio individuale con i vari soggetti per individuare il quadro clinico e le inclinazioni e le abitudini alimentari di ciascuno.

 

  • Preparazione mentale fisica e tecnica

Gli esercizi proposti sono a difficoltà e intensità crescente modulati sulla base dei progressi degli allievi. L’accesso alle fasi successive è subordinato al conseguimento di abilità minime conseguenti alla pratica costante degli esercizi. Lo scopo è: Sviluppare calma mentale, per relazionarsi correttamente col cavallo, e per avere uno stato mentale vigile e rilassato durante la pratica dell’equitazione. Acquisire una forma fisica minima grazie alla quale poter ridurre traumi conseguenti a cadute. Acquisire capacità tecniche che permettano di evitare una caduta o di ammortizzare la caduta da cavallo. La struttura generale di tutti i corsi proposti da Gianluca Pantano hanno 3 elementi:

  • Preparazione Mentale: esercizi di concentrazione e analisi volti a diminuire aspetti mentali negativi e a favorire aspetti mentali positivi;
  • Preparazione fisica: esercizi derivanti dalle arti marziali (in particolare Kung Fu e Karatè) volti a sviluppare una minima forza fisica e dare al corpo mobilità e capacità motorie.
  • Preparazione tecnica: esercizi specifici che servono ad acquisire automatismi utili per lo scopo prefissato.

 

  • Conoscenza del mezzo

È fondamentale un lavoro di desesensibilizzazione del cavallo, che significa lavorare sulle sue paure. Un cavallo sicuro è un cavallo con un buon equilibrio mentale e con un rapporto di fiducia con l’uomo.

 

  • Il rapporto tra cavallo è cavaliere

Deve essere impostato come un continuo dialogo tra i due. Sintonizzare il contatto tra i due atleti attraverso un reciproco ascolto; la condizione psichica è fondamentale come il respiro e lo stato d’animo, ma anche l’allineamento della leggerezza e dell’equilibrio dei movimenti è altrettanto fondamentale per entrambi.

 

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla responsabile eventi: Maria Pia Mirabella (335 328353)

 

Foto: www.ilcastellodidarany.com