Ecco i risultati dei GP Internazionali

0 di MaddaVi

In questo ultimo weekend di ottobre si è svolto presso gli impianti dell’ Equieffe Equestrian Centre il CSI2*/CSI1*/CSIYH; unico evento Internazionale in Italia in questo fine settimana.
56 i binomi al via nel GP145 a tempo + barrage che ha visto la classifica finale dominata dai cavalieri elvetici. Tutte le prime nove posizione hanno, infatti, i colori della Svizzera.
A prevalere su tutti è stato Bryan Balsiger con Nohjy che ha chiuso con un doppio netto ed il tempo di 39.12″. Alle sue spalle, Mart Rothlisberger e Cavaluna hanno chiuso con 0/4 e di qualche istante più lenti: per loro, il cronometro si è fermato a 39.71″. Terza piazza per Steve Guerdat e Ulysse des Forets che, dopo un primo giro senza sbavature agli ostacoli, chiudono il barrage con 4 penalità e 39.82″.
Il miglior azzurro in gara è stato Luigi Polesello in sella a Panama Tame che ha terminato la sua gara in 10ª posizione con 4 penalità nel giro base.
result

Volge al termine con la giornata di oggi la seconda settimana dell’ Autumn MET 2016 di scena a Oliva Nova in Spagna. Ben tre i binomi azzurri piazzati nel GP145 del Gold Tour2 del CSI2*: Filippo Tabarini con Gipsy Of Heritage (0/0-34.42″); Riccardo Pisani con Cigo B (0/0-35.75″); Marco Marmont con Cosmaschiewa (0/4-40.31″).
Mentre la vittoria va al cavaliere francese Harold Boisset con Quolita Z (0/0-33.09″), Filippo Tabarini riesce ad aggiudicarsi la terza posizione alle spalle del belga Constant van Paesschen in versione Astro Boy (0/0-34.11″). Riccardo Pisani sfiora il podio ma non è abbastanza veloce, così si deve accontentare del quarto posto. Tredicesimo tra i 72 binomi partiti, Marco Marmont che riesce ad entrare nella rosa dei 20 piazzamenti chiudendo il barrage con 4 penalità.
Silvia Bazzani su Contadoor ha riportato un errore in percorso base andando a classificarsi al 30° posto, mentre Tommaso Conti insieme a Baretta S con 9 penalità è andato al 54°.
result

Nonostante non ci fosse alcun binomio azzurro in gara oltreoceano, non si possono certo trascurare i Grand Prix del CSI4*-W di Whashington (USA) e del CSI3*-W di Calgary, in America.
A Whashington, la terza tappa di Coppa della North American League – Eastern Sub-League è andata all’amazzone Lauren Hough in sella a Ohlala, con la quale ha portato a termine un bellissimo netto nel giro base ed anche in barrage nel tempo di 36.56″. Alle sue spalle, Laura Kraut ed il giovane 9anni Confu chiudono con 0/0 ma non sono abbastanza veloci e fermano il cronometro a 37.80″.
L’ amazzone americana è comunque molto soddisfatta e commenta, a fine categoria, “Non ero esattamente certa di cosa aspettarmi, Confu non aveva mai saltato in un Indoor prima di questo weekend. Giovedì ha saltato molto bene. Oggi abbastanza. Non è particolarmente veloce e le sue parabole sono piuttosto lente. Nonostante questo, il mio obbiettivo era di chiudere con 0/0. Quando ho visto gli alri binomi in barrage, il mio ultimo obiettivo era piazzarmi terza, perché sapevo che Ohlala e Creedance sarebbero stati sicuramente più veloci di quanto avrei potuto fare io. Ho finito poi con l’essere fortunata perché Kent ha fatto una barriera. Sono davvero contenta di essere seconda e sono molto contenta per Lauren e Lala“.
Fa sognare, invece, l’incredibile performance in barrage di Kent Farrington che rischia tutto, tagliando nelle girate e galoppando come solo accade quando c’è in ballo una tappa di World Cup. Il suo strepitoso tempo è di 34.28”. Ma sono le 4 penalità agli ostacoli a fargli sfumare la prima posizione che sarebbe stata più che meritata.
Tra i 28 binomi al via, oltre ai primi tre, spiccavano i nomi di Elizabeth Madden, Jessica Springsteen e Nicola Philippaerts.
Una tappa che ha saputo emozionare e dare spettacolo proprio nello stile che piace agli americani, in un mix di emozione e adrenalina in uno dei campi Indoor più suggestivi.
result
Per quanto riguarda la tappa andata in scena al CSI3*-W di Calgary, in Canada, i binomi che sono scesi in campo erano una ventina, di cui sette hanno potuto accedere al barrage portando a termine il giro base senza errori.
Questa tappa, la quarta del North American League – Western Sub-League, ha visto il trionfo, nel miglior tempo assoluto di 41.88″, dell’amazzone statunitense Jenni McAllister in sella a Legis Touch the Sun.
A completare il podio, dietro di lei, la canadese Laura Jane Tidball con Prim’ de Lairaud e Christopher Surbey con Chalacorada.
result

 

 

Photo (c) Shawn McMillen Photography