World Equestrian Games: cambia il regolamento

0 di MaddaVi

Non cambia solo il format olimpico, ma anche quello dei World Equestrian Games.

I prossimi World Equestrian Games che si terranno a Tryon, negli USA, nel 2018. avranno le seguenti modifiche:

  • il campionato individuale verrà deciso da due percorsi che saranno successivi alla prova a squadre.
  • i migliori 25, non più 30, verranno determinati in base alle penalità accumulate durante i due giri della prova squadre
  • dei 25 al via nel primo giro, solo in 15 avranno accesso al secondo
  • le penalità a squadre verranno mantenute nella prova individuale
  • per il vincitore, in caso di parità, verrà disputato il barrage
  • i binomi in squadra restano 4

Dovremo, quindi, dire ufficialmente addio a quella che era la più bella delle prove dei WEG per quanto riguarda la disciplina del salto ostacoli: la finale a 4 con scambio dei cavalli.

Sin dai WEG parigini del 1953, anno in cui aveva esordito questo format, la finale a 4 era stata l’elemento chiave per emozionare a dovere il pubblico.

In che cosa consisteva, nello specifico?

Nella finale a 4, i quattro migliori cavalieri avevano 3 minuti per familiarizzare con ognuno degli altri tre cavalli.
Il campo prova veniva allestito nel campo gara e si poteva provare a saltare un oxer ed un verticali di altezza massima 1.30m. Vinceva chi terminava il percorso con meno errori e nel miglior tempo.

E’ un vero peccato, ma in questo periodo di novità e cambiamenti siamo certi che gli sponsor e gli ideatori dei vari circuiti troveranno un modo per emozionare a dovere il pubblico.

Proprio ieri sera, venerdì 1 dicembre, è stato ufficialmente presentato un nuovo progetto che andrà a coinvolgere Europa ed America.
Parliamo della Masters Riders Cup che esordirà nel dicembre 2017 a Parigi, in occasione del Longines Masters of Paris.

Ovviamente, i WEG sono un “caso a parte”, un evento incredibilmente prestigioso che si tiene ogni quattro anni.
Dispiace sapere che a Caen 2014 si è tenuta l’ultima emozionante finale con scambio dei cavalli.
Non c’è alcun dubbio, era in assoluto la parte più seguita dei WEG.

Nonostante questo, abbiamo tanti circuiti ed eventi altrettanto importanti, come il Longines Global Champions Tour,la Longines FEI World Cup ed il Longines Masters.
Senza contare la Coppa delle Nazioni e gli altri appuntamenti di spicco ed il lavoro incredibile di chi sta dietro ai percorsi e alle nuove idee da mettere in atto per intrattenere a dovere un pubblico sempre più avido di grande spettacolo.

E’ un cambiamento, lo sentiremo molto durante i WEG 2018, ma ci faremo meno caso: saremo totalmente distratti da tutta la miriade di nuove splendide ed intriganti iniziative di tutti gli altri eventi.

Foto: WEG2018//Tryon Equestrian Centre