Un calciatore al “The Prince’s Countryside Fund Charity Race” di Ascot

0 di MaddaVi

La star del calcio britannico Michael Owen ha deciso di scendere in pista il prossimo 24 novembre ad Ascot.

Michael sta pianificando il suo debutto nelle corse in occasione del The Prince’s Countryside Fund Charity Race il prossimo 24 novembre ad Ascot.
Questa corsa, creata dal Principe Carlo nel 2010, ha come obbiettivo l’aiutare le fattorie, le piccole imprese e aziende della campagna inglese. Ogni anno raccoglie un totale di circa 1.5 milioni di sterline.

Il calciatore, famoso per le sue 89 presenze e 40 reti tra il 1998 ed il 2008, capocannoniere della Premier League, vincitore del pallone d’Oro nel 2001 e considerato uno dei migliori centravanti inglesi della storia, è altresì noto per la sua immensa passione per i cavalli e per le corse.
Una passione che esiste da anni, tuttavia solo recentemente ha avuto occasione di salire in sella per la prima volta.

Come giocatore professionista non era fattibile realizzare il mio sogno. E’ stata un0’ambizione a lungo termine ed ora mi sono imposto come obbiettivo la mia partecipazione al The Prince’s Countryside Fund Charity Race. E’ una buona causa e non vedo l’ora di iniziare! Ci sarà tantissimo lavoro da fare nei prossimi mesi!

La passione per i cavalli è talmente radicata nell’ ex-calciatore che negli scorsi anni ha acquistato una proprietà ed ora è il proprietario delle Manor House Stables nel Cheshire. Scuderie dove Tom Dascombe si allena dal 2009.

Qui, Michael ha un cavallo in particolare a cui è molto legato: Brown Panther, vincitore nel 2015 della Dubai World Cup, nel 2011 del King George V stakes al Royal Ascot e nel 2013 della Goodwood Cup.

Nel 2013, Owen aveva espresso chiaramente il suo desiderio di voler imparare a cavalcare per poter prendere parte ad una corsa di beneficenza.

Lo scorso autunno, il jockey Ryan Moore ha fatto salire Michael su un simulatore per una prima “lezione”.

Durante una sessione di lezioni alla British Racing School nel Newmarket, Michael ha cavalcato l’equivalente del QIPCO British Champions Sprint Stakes, ovvero la corsa più impegnativa e lunga del Champions Day di Ascot.

A quanto pare, con un po’ di lavoro e tanto impegno la star del calcio riuscirà davvero a scendere in campo ad Ascot.

Fonte//Foto: H&H/gallopphoto