Tutti gli sport con la mandria al Salone del Cavallo Americano

0 di MaddaVi

Quando la mandria è primo attore: tutti gli sport con la mandria al Salone del Cavallo Americano.

Reined Cow Horse e Cutting, così come il Reining, da molte stagioni hanno fatto del Salone del Cavallo Americano la sede di un aged event che attira il meglio dei cavalli giovani d’Europa: il Derby.

Queste due discipline sono, tecnicamente parlando, il top delle specialità che prevedono la presenza di una mandria in arena.

Qui, come anche nell’adrenalinico Team Penning, l’immaginario collettivo può riconoscere le radici antiche e profonde che collegano le gare western con il mondo delle praterie e, costume da cowboy e cavalli americani a parte, queste competizioni mettono in campo uno scenario che affascina e fa sognare. Negli Stati Uniti hanno una grandissima tradizione e sono, soprattutto per quello che riguarda il cutting (definito “lo sport dei petrolieri texani”), molto più che milionarie. Per quanto riguarda il Vecchio Continente, poi, certamente l’Italia catalizza e organizza, insieme alla Germania, alcuni dei migliori eventi per queste due affascinanti specialità, e il Salone di Cremona ne è sede fissa ormai da anni.

9.850 dollari di montepremi added, aumentato rispetto al 2017, per il Reined Cow Horse dell’Ercha (European Reined Cow Horse Association), il cui Derby, riconosciuto anche dalla Nrcha americana, è riservato a cavalli di quattro e cinque anni con la sola eccezione della categoria Novice Amateur che li ammette fino ai sei anni di età, ed è diviso in due classi per cavalieri professionisti (Open e Limited Open) e tre per gli amatori (Non Pro, Limited Non Pro e Novice Amateur), a seconda delle vincite accumulate negli ultimi tre anni.

I cavalli devono essere esibiti a due mani, con uno snaffle-bit o un hackamore: le finali sono in programma per Sabato 26 nella grande arena ovale che ha reso famosa la sede cremonese e costituiranno per il folto pubblico un affascinante tutt’uno con la Finalissima Open del Derby di Reining, la quale concluderà questa grande serata.

Domenica, tappa del Campionato Europeo Ercha suddiviso in undici categorie per professionisti, non pro, cavalieri con meno esperienza e cavalieri giovani; e tappa del Campionato Regionale le cui categorie si corrono class in class con quelle del Campionato Europeo.

Per il CuttingDerbyNcha (National Cutting Horse Association) of Italy in due go a sommatoria (composite score) e quattro divisioni: due professionali, Open e Limited Open cui sono ammessi solo cavalli di quattro anni, e altre due, Non Pro e Limited Non Pro, cui invece accedono i soggetti di cinque anni. I Derby Open e Non Pro si fregiano anche del riconoscimento National Cutting Horse Association Usa.

A corollario, otto gare ufficiali Ncha per la quarta tappa del Campionato italiano, valide anche per il Campionato Europeo, e l’attesissimo special event Spring Show, Open e Non Pro, in un go eliminatorio più finale. Sabato 26 maggio, i secondi go del Derby con la proclamazione dei Campioni e in serata manches finali anche per lo Spring Show.

Penners a Cremona: la famiglia si allarga e arriva il Ranch Sorting!

Appartiene alla sfera di Team Penning e affini la new entrie in fatto di sport per questa edizione del Salone del Cavallo Americano:si tratta del Ranch Sorting.

Anche questa disciplina deriva dal lavoro tipico dell’economia agricola americana con i gruppi di bovini bradi, quando devono essere separati per la marchiatura, le vaccinazioni o altre cure.

Praticamente tutte le specialità da lavoro nell’equitazione western fanno riferimento a queste origini, e il fine ultimo di ogni prova è in definitiva dimostrare la capacità di cavallo e cavaliere nel separare un capo dal resto della mandria e arginarne l’istintiva e tenace fuga per tornare nel gruppo: pensiamo al Team Penning dove i vitelli selezionati da un team di cavalieri vengono condotti in un recinto; al cutting, che del distacco di un capo dal gruppo fa l’essenza stessa della specialità, a tutte le varietà del roping nelle quali si cattura fisicamente il capo di bestiame con il lazo (rope), al reined cow horse che nelle tre prove da affrontare fa eseguire al binomio cavallo-cavaliere, con o senza la mandria in arena, funamboliche manovre mediate proprio da quelle che i cavalli dei cowboy devono compiere per bloccare la via a un vitello in fuga o per condurlo nella direzione desiderata; e perfino al reining, che ormai siamo abituati a considerare una blasonata disciplina FEI, e che probabilmente ai nostri tempi non ha con il lavoro dei ranch più affinità di quante ne abbia il Salto Ostacoli con lecorse sfrenate dei signorotti irlandesi, qualche secolo fa, tra due chiese di Contea, ma che in effetti ha sublimato con un addestramento ormai raffinatissimo e meticoloso nei dettagli quelle che sono comunque figure derivate, ormai alla lontana, dal lavoro nelle praterie.

Il Ranch Sorting, in particolare, è una versione “complicata” del Team Penning.

Il secondo prevede per una squadra di tre cavalieri il compito di guidare altrettanti vitelli contrassegnati da uno stesso numero o da un drappo colorato all’interno di un piccolo recinto detto “pen”, da cui il nome della gara: devono farlo in meno di due minuti.

Il Ranch Sorting, invece, vede in campo due soli cavalieri con l’arduo compito di condurvi nel tempo massimo di un minuto ben dieci capi, con numeri da 0 a 9, che devono entrare per giunta in ordine crescente.

La difficoltà insita nel team penning è però che siccome nessuno dei vitelli non contrassegnati deve entrare nel pen, i team penner devono tenere a bada tutto il resto della mandria, mentre i cavalieri del ranch sorting avranno in arena solo i dieci vitelli che devono lavorare più due, senza numero, che saranno gli unici cui impedire l’ingresso.

Al Salone del Cavallo, Team Penning e Ranch Sorting (che corrono entrambi sotto l’egida della Fitetrec-Ante-Aitp/Ustpa Italy terranno un full slate di importanti gare.

Per il Team Penning (come è ormai tradizione) il Derby in due go-round, al quale sono ammessi cavalli fino a sei anni d’età, chiuderà in bellezza e sarà lo “Special” di Domenica 27 maggio, mentre Venerdì 25 ad aprire le danze intorno all’ora di pranzo sarà il Master Penning (3atappa) con il primo e secondo go per la categoria Intermediate Open 17 punti, e il primo go per la Intermediate Open 13 punti. Altro round per il Master Penning Sabato 26 maggio, sempre circa alle 13.30, con il secondo go della Intermediate Open 13 punti e i due go della classe Non Pro.

Invece il Ranch Sorting si terrà in categoria unica, l’Intermediate Open 10 punti: ma sarà davvero lunga, visto che si attendono centoventi cavalli provenienti da tutta Italia e anche da Belgio e Francia.
Le gare, sia Venerdì che Sabato dopo quelle di Team Penning.

 

 

 

 

 

 

Foto/Fonte: cs-Salone del Cavallo Americano