Longines Global Champions Tour Roma: Under 25 al via!

0 di MaddaVi

Longines Global Champions Tour Roma: Under 25 al via! 

La quarta edizione del Longines Global Champions Tour Roma (Stadio dei Marmi “Pietro Mennea”, 6/9 settembre), si prepara ad accogliere la 15° tappa del circuito internazionale ideato da Jan Tops.

L’arena capitolina ospiterà la Global Champions League. In campo 19 team, pronti a darsi battaglia quando mancano due tappe alla fine della stagione (Doha 8/10 novembre e Praga 13/16 dicembre).

Dodici tra le  squadre impegnate a Roma, hanno ingaggiato atleti Under 25. Tra tutti risalta l’allieva del numero 1 della ranking LGCT Ben Maher: Emily Moffitt, ventenne, statunitense di nascita e britannica di adozione sportiva, pronta a difendere la prima posizione dei London Knights.

Dalla Gran Bretagna al Belgio, il coetaneo Constant van Paesschen. Simbolo dei Rome Gladiators e figlio dell’olimpionico Stanny, la sua missione sarà quella di agganciare i secondi classificati, i Valkenswaard United, per scalare una marcia rispetto al 3° posto attualmente occupato dalla squadra di casa.

In 4° posizione, ci sono gli Shanghai Swans della venticinquenne Alexandra Thornton, promessa del salto ostacoli inglese che, in sella al noto Cornetto K (4° agli Europei 2017 sotto la sella di Alberto Zorzi), è riuscita a spodestare i più grandi cavalieri britannici e ad affermarsi come riserva per i FEI World Equestrian GamesTM2018 (Tryon 19/23 settembre).

Tra le stelle in ascesa, il belga Jos Verlooy, componente dei Montreal Diamonds: a soli 22 anni vanta la partecipazione ai Mondiali di Caen 2014 e ora si prepara alla partenza per i WEG di Tryon 2018. Prima, però, si impegnerà a migliorare la 6° posizione occupata attualmente dal team, nella graduatoria del circuito.

Vincitrice dell’edizione 2017, la venticinquenne svedese Evelina Tovek torna nell’arena capitolina per trascinare la sua squadra, Scandinavian Vikings, verso la vetta della ranking GCL.

Fa parte dei Madrid in Motion (8° nella ranking), l’irlandese Michael G Duffy: a soli 21 anni ha contribuito alla medaglia d’oro a squadre nei Giochi Olimpici giovanili di Nanchino 2014 e agli Europei young riders di Millstreet 2016.

Decimi nella classifica provvisoria, i Prague Lions puntano sulla ventunenne ceca Anna Kellnerova. Il suo debutto internazionale è avvenuto all’età di quindici anni e da allora promette una continua ascesa.

Nei New York Empire (17°) c’è una studentessa di Harvard, Lillie Keenan. L’amazzone ventunenne ha vinto 3 medaglie d’oro – a squadre nel 2012 e individuale e a squadre 2013 –  a Lexington.

Il danese ventenne Emil Hallundbaek ha partecipato per 7 anni consecutivi agli Europei giovanili, partendo dai pony fino alla sfida young rider, chiudendo con la medaglia di bronzo a squadre under 21 di Fontainebleau 2018. Rappresenta gli Hamburg Giants (18° posto in ranking).

I Cascais Charms (attualmente ultimi) schierano, invece, il ventenne tedesco Philip Huston: il suo curriculum conta 4 partecipazioni agli Europei giovanili, tra i quali spicca la medaglia d’oro a squadre di Wiener Neustadt 2015.

L’inserimento in Global Champions League dei giovani talenti non compresi tra i primi 30 della ranking mondiale, ha lo scopo di incentivare lo sviluppo del professionismo nel salto ostacoli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fonte: cs Daniela Cursi//Press Office Longines Global Champions Tour Roma//foto: The Chronicle of the Horse