Campionati Europei Children e Juniores 2020: queste le squadre

0 di MaddaVi

Si è svolto nelle giornate del 18 e 19 luglio ad Ornago il CDI giovanile con cui la Federazione Italiana Sport Equestri ha definito la composizione delle squadre che prenderanno parte ai Campionati d’Europa Children e Juniores in programma a Budapest.

Questi i nominativi dei binomi entrati in graduatoria:

Campionato Europeo Children (in ordine di graduatoria)

  1. Riccardo Spagni – cavallo CESAN
  2. Maria Beatrice Nucci – cavallo FG ALTEREGO
  3. Mina Felicitas Simeone – cavallo RANTAUPALN
  4. Anna Tarabella – cavallo MAY

Campionato Europeo Juniores (in ordine di graduatoria)

  1. Alessia Volpini – cavallo EASY SEASY
  2. Valentina Merli – cavallo LE BOM
  3. Caterina Sangiorgi – cavallo TOTALLY MORE RH
  4. Bernadette Rizzuto – cavallo COVER GIRL

Riserva:

  1. Ginevra Bianco – cavallo DALI SALVADOR
  2. Martina Lippi – cavallo RUBIN’S ROCKSTAR
  3. Rachele Bancora – cavallo EXUPERY 7
  4. Maria Vittoria Duranti – cavallo BIONIKA DI FONTE ABETI

L’organizzazione del concorso di dressage di Ornago è stata caratterizzata come sempre da un numero rilevante di partecipazioni, nonostante le difficoltà di quest’anno.

La dislocazione territoriale, la validità degli impianti e delle strutture ricettive, la passione e la disponibilità del Comitato Organizzatore sono stati premiati, anche questa volta, dalla risposta di atleti di tutti i livelli di età.

Oltre 130 i binomi con gare necessariamente disputate su due campi e tra questi i giovani alla ricerca delle prestazioni necessarie a entrare nel Team Azzurro per i Campionati Giovanili di Budapest 2020.

I numeri importanti per un concorso di Dressage hanno reso necessario molto impegno per gli official e per il centro calcoli coordinato da Carola Giuliani.

Dalla somma dei due migliori risultati (uno in Team Test ed uno in Individual) conseguiti nei concorsi di selezione dal 1° gennaio 2020 sono scaturite le classifiche e le iscrizioni nominative, che scadevano il 20 luglio, per le squadre Children e Juniores, come da elenco allegato in ordine di punteggio conseguito.

Salvo problemi di carattere accidentale tutti i Children indicati ed i primi quattro Junior della lista andranno a Budapest accompagnati dal tecnico federale Anna Merveldt, dal Capo Equipe Laura Berruto e per l’organizzazione e logistica da Anna Baroni.

Rinviata alla scadenza del 27 luglio la iscrizione delle nominative per gli atleti Young Rider.

Il Dipartimento federale in base ai risultati della selezione ha deciso di non partecipare al Campionato Under 25.

Il  vice presidente Fise e consigliere di riferimento per il Dressage Grazia Basano Rebagliati e il Responsabile del Dipartimento Cesare Croce, con la loro presenza alle tappe di selezione, hanno attestato l’interesse della Fise per la Disciplina ed in particolare per le giovani leve ed hanno espresso il loro apprezzamento per la crescita numerica e per il livello tecnico in fase di costante miglioramento soprattutto del livello Juniores.

Nella fascia under 18 si iniziano a riscontrare i primi risultati della crescita di questi ultimi anni: infatti oltre 12 binomi hanno preso parte alla selezione per trovare un posto nel Team azzurro. Nel 2017 per gli Juniores non era stato necessario fare la selezione, in quanto non erano più di quattro.

Grazia Basano Rebagliati ha così commentato:

La Federazione in questi anni ha cercato di rilanciare la Disciplina del Dressage incrementando le iniziative, le risorse economiche e umane dedicate soprattutto al settore giovanile.

I risultati, raggiunti per l’impegno nel quotidiano dei nostri giovanissimi, dei loro tecnici e dei loro genitori, a cui va un ringraziamento particolare, iniziano a crescere sia in termini numerici che qualitativi,

nonostante un anno particolarmente complicato a causa del lockdown.

Il Presidente Marco Di Paola ed io abbiamo presenziato a molti appuntamenti di questa e della scorsa stagione sportiva per dimostrare di persona l’interesse della Fise a contribuire ad una crescita tecnica, che è ormai evidente.

I nostri portacolori ai prossimi Campionati Europei di Budapest faranno performance sicuramente convincenti e vivranno una bellissima e soprattutto formativa esperienza, con spirito di squadra, in sintonia con i loro cavalli, in un percorso tecnico, che sono certa sia destinato a crescere sino ai massimi livelli della Disciplina anche in ambito internazionale”.

Tra le iniziative federali più importanti ricordiamo l’organizzazione di una straordinaria edizione dei Campionati Europei di Dressage Giovanili del 2019 a San Giovanni in Marignano.

Quest’anno non è stato possibile per la pandemia Covid attuare il programma di preparazione, molto articolato previsto e approvato dal C.F.” ha dichiarato il Responsabile del Dipartimento “ma la Federazione negli ultimi anni ha garantito una maggiore attenzione al settore giovanile non solo di vertice, partendo dalla base con l’organizzazione di stage sul territorio in tutte le regioni italiane. Nel 2019 sono stati ventotto gli stage sul territorio con la presenza di circa 500 binomi.

Come partecipazione i più numerosi (anche più di 40 binomi) sono stati proprio quelli organizzati nelle aree dove al momento è meno sviluppato il dressage, o come si dovrebbe chiamare in italiano il lavoro in piano o addestramento, inteso anche come base comune a tutte le altre discipline equestri, compresi i cavalli degli Attacchi.

I risultati degli Juniores e Young Riders nel 2020 sono stati particolarmente positivi, nonostante il lockdown, a conferma dell’attività svolta da tutti gli stakeholder del comparto.

Sono stati risultati decisamente confortanti al punto che, con mio particolare dispiacere, rimarranno fuori dal Team per gli Europei, alcuni binomi che, a mio avviso, avrebbero meritato di partecipare alla trasferta, ma le selezioni sportive, che avvengono secondo criteri oggettivi matematici prestabiliti non consentono possibilità di interpretazioni!

Voglio però esprimere il mio grande apprezzamento, per il lavoro svolto, nonostante le difficoltà di quest’anno, a tutti i ragazzi, ai loro istruttori ed un ringraziamento particolare ai genitori per lo straordinario impegno personale ed economico.

 

 

fonte: fise