Talent Show Jumping 2020: tutto pronto per la seconda tappa

0 di MaddaVi

Record di iscrizioni per il secondo appuntamento del Circuito Talent Show Jumping 2020, in scena nel weekend presso gli splendidi impianti de Le Siepi di Cervia.

Oltre seicento cavalli al via e una lunga lista d’attesa motivata dall’apprezzamento che i cavalieri hanno per il Talent Show Jumping seconda edizione e per la location di Cervia, come uno degli impianti più apprezzati in Italia.

Un Circuito voluto fortemente dalla Federazione Italiana Sport Equestri, con l’obiettivo di valorizzare a 360° il settore del salto ostacoli, creando delle manifestazioni nazionali che uniscano cavalieri di tutte le età e livelli di preparazione, in eventi attentamente monitorati dalla FISE, organizzati in impianti di primissimo ordine, con un’attenzione primaria alla salute dei cavalli e alla progressione tecnica dei cavalieri in campo.

Il Circuito Talent Show Jumping svolto nella sua prima edizione nel 2019, ha riscosso un successo enorme sia dal punto di vista della partecipazione numerica dei cavalieri che dalla qualità delle gare proposte e dell’organizzazione messa in campo dalla FISE, in collaborazione con i Comitati Organizzatori.

La seconda edizione, quella del 2020, dopo il periodo di inattività sportiva dovuto all’emergenza sanitaria viene visto con grandissimo entusiasmo dagli atleti di tutte le età. La Federazione Italiana Sport Equestri ha voluto confermare e valorizzare questo importante Circuito dopo un periodo così pesante per il movimento equestre.

Il Talent Show Jumping di Cervia – afferma il Presidente della FISE, Marco Di Paola – è il secondo appuntamento dei tre programmati nel 2020. La Federazione ha voluto confermare questo importante Circuito anche dopo l’emergenza sanitaria che ha colpito il nostro paese, per permettere ai nostri cavalieri, di tutte le fasce di età e livello, di partecipare a eventi di altissimo livello tecnico, in alcuni tra i migliori impianti presenti sul territorio nazionale, nel rispetto del protocollo sanitario vigente. Si tratta di un’importante occasione per vedere all’opera i migliori talenti del salto ostacoli nazionale. Anche Cervia, come Busto Arsizio, prima tappa del Circuito, sarà una vera festa dello sport”.

Anche l’appuntamento di Cervia verrà valorizzato dai più importanti cavalieri del nostro salto ostacoli nazionale.

Vedremo all’opera il giovanissimo, ma già talentuoso Giacomo Casadei, Filippo Bologni, Paolo Paini, Bruno Chimirri, capitano dell’Italia nella duplice vittoria delle Coppe delle Nazioni a Piazza di Siena, Massimo Grossato, Luca Marziani, ma anche amazzoni del calibro di Giulia Martinengo e Valentina Interlenghi o campioni inossidabili come Roberto Arioldi e Gianni Govoni e tanti altri protagonisti della nostra equitazione di vertice.

Il primo appuntamento del Talent Show Jumping di Busto Arsizio (VA) ha visto il debutto della gara a squadre dei Comitati regionali (la Coppa Italia dei Comitati Regionali), una delle importanti novità dell’edizione del TSJ 2020, con 4 Regioni a confronto, Lombardia, Lazio, Veneto ed Emilia Romagna.

Su tutte ha prevalso la rappresentativa del Lazio, dopo un appassionante testa a testa con la Lombardia. Importante la vittoria di Filippo Moyersoen nella categoria Sport Gold 150 del venerdì, ma la categoria più attesa dell’evento è stata il GP 160 del sabato, dove Ludovica Minoli, con due splendidi percorsi insieme al suo Jus De Krack ha conquistato il primo gradino del podio, seguita dall’inossidabile Filippo Moyersoen e da Luca Maria Moneta.

Grande l’impegno del Comitato Organizzatore di Cervia per garantire la sicurezza sanitaria e il distanziamento sociale secondo le regole e le modalità prescritte dalla Federazione.

Nella manifestazione di Cervia, ci sarà, come per gli altri appuntamenti dedicati al Talent Show Jumping, la presenza costante dei tecnici Federali che monitoreranno gli atleti in campo.

INFORMAZIONE DI SERVIZIO:

Analogamente con quanto avvenuto nella prima tappa del Talent Show Jumping svoltasi a Busto Arsizio la Federazione, accogliendo una esigenza espressa dai cavalieri, autorizza nelle prossime tappe di Cervia e Arezzo la possibilità di montare un secondo cavallo nelle gare del segmento sport, limitatamente alle “sport Silver” ed alle “sport Gold”. 

Tale apertura prescinde dalla possibilità di inserimento di ulteriori cavalli, rispetto ai tre previsti, che nel concorso di Cervia, avendo raggiunto il massimo numero consentito, non è prevista, mentre per il concorso di Arezzo potrà essere eventualmente applicata, qualora alla chiusura delle iscrizioni risultino delle disponibilità di posti.

 

fonte: fise