“Band of Riders”: focus sui binomi selezionati

0 di MaddaVi

È stata recentemente chiusa la procedura di esame delle candidature pervenute e quindi sono state svolte le convocazioni per l’evento Band of Riders.

L’evento, che ha avuto inizio lo scorso 16 agosto, si terrà fino al 20 agosto presso l’Asd “Il Duende”, sita in Strada Fubine, 2A – 15044 Quargnento (AL), Campus che ha ottenuto, sin dal progetto, il patrocinio della Federazione Italiana Sport Equestri e del Comitato Regionale FISE Piemonte: una full immersion gratuita di tecnica equestre e, in senso lato, esperienziale, riservata ai più giovani (dai 18 ai 25 anni) con il proprio cavallo (ed in possesso della regolare autorizzazione a montare – Brevetto o 1° Grado).

La Commissione Selezionatrice, composta (come indicato nel Bando di partecipazione) dai tecnici del Campus “Band of Riders” – Bologni, Truppa e Moeller – e da un membro designato dal patrocinante Comitato Regionale Piemonte (il responsabile regionale Dott. Alessandro Poncino) ha quindi potuto valutare i candidati sulla base dei curricula sportivi e delle reali intenzioni che li hanno spinti a presentare domanda di ammissione, grazie all’annessa “scheda motivazionale” richiesta dal Comitato Organizzatore.

Come previsto dal Bando, oltre a due membri designati dal Centro Ippico ospitante, ossia Carlotta Tartufoli e Martina Timpanaro (entrambe tesserate presso l’Asd Il Duende), ecco gli otto partecipanti selezionati per “Band of Riders”, che ha avuto ufficialmente inizio il 16 agosto, con l’arrivo dei binomi in scuderia.

  • Greta Sofia Bragliani, classe 1999, Brevetto; proveniente da Novara, tesserata presso Scuderie della Boriola; [vorrei partecipare perché Band of Riders] “è una grande opportunità a livello individuale per crescere, migliorare la propria tecnica e mettersi in gioco con realtà diverse e soprattutto con la sensibilità dei cavalli e delle altre persone con cui si avrà la possibilità di entrare in contatto”.
  • Roberta Di Vito, classe 1998, 1° Grado; proveniente da Aosta, tesserata presso Asd Ippica San Giorgio (Cerrione); “… penso che questa sia un’opportunità per imparare davvero tanto, seguita da cavalieri con esperienza che potrebbero insegnarmi al meglio. Mi piacerebbe migliorare, soprattutto a livello di postura e comunicazione con l’animale”.
  • Maria Rosaria Gargiulo, classe 2002, Brevetto; proveniente da Moncalieri, tesserata presso Cascina San Giovanni SSD A.R.L.; “…mi piacerebbe molto far parte di questo progetto e mettermi alla prova (anche con me stessa!)”.
  • Nicole Gobbo, classe 2001, Brevetto, proveniente da Legnano, tesserata presso Asd La Furiosa (Cairate); “Lo stage da voi proposto che comprende dressage, salto ostacoli ma anche lavoro a terra e preparazione dei cavalli. Sono quindi convinta che sia adatto alle mie esigenze, permettendomi di migliorare le mie capacità nelle suddette discipline”.
  • Camilla Mancini, classe 1999, 1° Grado, proveniente da Torino, tesserata presso Ca’ d’ Rasan; “Io ho la fortuna di avere i genitori che gestiscono un centro ippico da 30 anni ed essendo questa la mia vita e il mio lavoro, ed avendo solo 21 anni, vorrei fare più esperienze possibili…”;
  • Arianna Marzatico, classe 1998, 1° Grado, proveniente da Como, tesserata presso Team Soffientini Asd; “…sono diventata istruttore di base. Il mio obiettivo è quello di trasmettere la mia passione a bambini e ragazzi a cui insegno…”
  • Ilaria Olivero, classe 2001, Brevetto, proveniente da Asti, tesserata presso C.I. Il Capricorno; “Vorrei che questa esperienza mi aiutasse a maturare nuove consapevolezze su di me e sul rapporto tra me e il mio cavallo…”
  • Giada Sebastianutto, classe 2001, 1° Grado, proveniente da Udine, tesserata presso Scuderia FG Asd: “… il mio sogno comunque è quello di fare di questa passione per i cavalli il mio lavoro”.

Band of Riders vedrà la presenza di tre tecnici specializzati in diverse discipline: Valentina Truppa per il dressage, Filippo Bologni per il salto ostacoli e Christiane Moeller / Laquus – Language of Equus, Istruttrice Certificata Monty Roberts.

Lungo quattro giorni, l’obiettivo è quello di esplorare a 360° molti aspetti fondamentali della vita equestre, anche con approfondimenti in aula e in scuderia (dal rapporto con il cavallo alla gestione generale di un Centro Ippico, dalle conoscenze indispensabili circa la cura dell’animale alle tecniche di mental coaching).

L’evento si svolgerà sotto la supervisione del Direttore tecnico del Centro Ippico, Claudio Possenti, coadiuvato da Elena Formantici e Laura Rattazzi; lezioni, vitto, alloggio per i riders partecipanti, ivi compresa l’ospitalità in scuderia dei cavalli al loro seguito, sono totalmente gratuiti, grazie al supporto degli sponsor dell’evento.

 

 

fonte: fise