USA: afroamericano chiede un risarcimento dopo essere stato trattato come uno schiavo

0 di MaddaVi

Era il 3 giugno 2019 quando un afroamericano di 43 anni veniva arrestato per violazione di domicilio a Galveston, una città vicino a Houston in Texas.

Il video del suo arresto era diventato subito virale: due poliziotti a cavallo, infatti, lo avevano ammanettato, legato e lo avevano trascinato tra di loro a piedi e sotto il sole cocente per oltre mezz’ora. Una scena a dir poco agghiacciante e che aveva giustamente sollevato lo sdegno generale soprattutto negli USA.

Ora, Donald Neely, vuole essere giustamente risarcito: non è possibile nel 2019 sentirsi umiliati e trattati come schiavi, rievocando tra l’altro i ricordi storici del 1700/1800 quando gli schiavi venivano legati e trascinati con delle corde.

La condotta dei due poliziotti è stata ampiamente criticata e sul web sono reperibili i video di quanto accaduto.

Neely, la cui accusa di violazione di domicilio è stata archiviata, ha citato in giudizio sia la città che il dipartimento di polizia chiedendo un risarcimento del valore di un milione di dollari.

Il processo si terrà il 7 gennaio 2021.

 

fonte: repubblica.it