Tokyo 2021: l’Italia rischia di essere senza bandiera

0 di MaddaVi

Il Governo Italiano ha tempo fino alle 17:30 di mercoledì 27 gennaio 2021 per emanare un decreto legge che risolva la questione dell’autonomia del CONI.

Alla fine del 2018, con l’istituzione dell’organo governativo Sport e Salute, il CONI aveva perso la propria autonomia. La questione, rimasta in sospeso da fine 2018, vede ora l’Italia a rischio per questa edizione dei Giochi: per scendere in campo alle Olimpiadi, come richiesto espressamente dalla Carta Olimpica, il CONI deve infatti essere autonomo dalla politica.

Il Governo Italiano, ora, ha tempo fino alle 17:30 di mercoledì 27 gennaio 2021 per risolvere questo problema.

Se non venisse emanato alcun decreto legge, il CONI verrebbe sospeso dal CIO e quindi dai Giochi Olimpici.

Escludere una nazione dalle Olimpiadi vuol dire vedere in campo da indipendenti gli atleti che hanno già ottenuto la qualifica… ma senza bandiera e senza inno nazionale in occasione di medaglie.

Se il CONI venisse sospeso, inoltre, le conseguenze non riguarderebbero esclusivamente i Giochi Olimpici del 2021.

Enormi ripercussioni ci sarebbero anche per quanto riguarda Milano-Cortina 2026 e la sua organizzazione: l’Italia, infatti, si vedrebbe sospendere gli importanti finanziamenti da parte del CIO.