IJRC: guardando al 2021 per lavorare nel miglior modo possibile a fianco dei cavalieri

0 di MaddaVi

Il 2020 si è appena concluso e l’International Jumping Riders Club guarda al 2021 con ottimismo per lavorare al meglio al fianco dei cavalieri, supportandoli ora più che mai, in questo periodo di pandemia.

In un anno complesso come quello appena concluso, la positiva collaborazione tra IJRC e FEI è proseguita senza sosta. Il Club ha lavorato molto con alcuni organizzatori, assaliti dai problemi a causa delle tante cancellazioni degli eventi messi in calendario a inizio 2020.

Grande importanza l’ha avuta anche il controllare  che i cavalieri non fossero gravati da costi aggiuntivi in ​​modo che potessero permettersi di scendere in campo, nel 2020 come nell’appena iniziato 2021.

Negli ultimi anni, infatti, il Club ha sempre lavorato al fine di garantire che le quote di iscrizione fossero “all inclusive” (scuderia, parcheggio, ecc.) e che nessun altro tipo di supplemento fosse richiesto.

Per quanto riguarda i punti della Ranking e il sistema di inviti, si è cercato di tutelare i cavalieri impossibilitati a gareggiare a seguito delle continue cancellazioni.

Per quanto motivo si è deciso di congelare i punti, poiché solo trenta risultati contano per la classifica e per guadagnare punti i cavalieri richiedono risultati migliori rispetto allo stesso mese dell’anno precedente… cosa difficile perché nel 2020 non si sono potuti svolgere moltissimi eventi. Per questo, chi non ha potuto gareggiare non ha perso punti.

Riguardo alla stagione 2021, verrà presa una decisione all’inizio di febbraio a seconda della situazione Covid.

Sono state inoltre prese molte decisioni riguardo ai regolamenti internazionali, alle contaminazioni ed alle varie dinamiche riguardanti i test ed i risultati dei controlli Anti-Doping.