FISE, FEI Nations Cup: riprogrammata la Divisione 1, l’Italia parte da San Gallo

0 di MaddaVi

La stagione della massima divisione europea di FEI Nations Cup di salto ostacoli non partirà quest’anno come tradizione dallo CSIO francese di La Baule, spostato al 13/16 giugno, ma da San Gallo in Svizzera.

A causa delle note vicende relative alla cancellazione degli CSIO di Hickstead e Dublino (Gran Bretagna e Irlanda erano due delle tappe degli azzurri insieme a Sopot e proprio La Baule) la Federazione Equestre Internazionale ha dovuto rivedere i programmi e rimodulare il Regolamento della Divisione 1 per la stagione in corso.

FEI NATIONS CUP 2021

Venendo a mancare alcuni importanti appuntamenti, la FEI infatti ha assegnato tre tappe a ognuna delle dieci nazioni facenti parte della prima divisione, al termine della quale non sarà stilata una classifica come il passato, ma tutte e dieci le squadre accederanno alla finale di Barcellona (1/3 ottobre) e l’ultima classificata in occasione dell’appuntamento catalano retrocederà nel circuito della EEF. Le FEI ha anche stabilito che le squadre saranno composte da 4 binomi e non da 5, al fine di aprire la partecipazione a un numero maggiore di rappresentative invitate.

LE TAPPE DELL’ITALIA

L’Italia che avrebbe dovuto partecipare agli appuntamenti di La Baule, Sopot, Hickstead e Dublino a seguito della riprogrammazione prenderà parte alle tappe di San Gallo (3/6 giugno), La Baule (13/16 giugno) e Sopot 17/20 giugno.

AZZURRI CONVOCATI PER SAN GALLO

La Federazione già ha inoltrato proprio oggi, mercoledì 19 maggio, le convocazioni ai quattro cavalieri della nazionale che prenderanno parte alla prima tappa del circuito a San Gallo. A difendere il tricolore in Coppa delle Nazioni agli ordini del capo equipe Duccio Bartalucci saranno Antonio Alfonso su Charmie, Piergiorgio Bucci su Naiade d’Elsendam Z, Emanuele Camilli su Chandellano P.S. e Antonio Garofalo su Conquestador.

IL CAPO EQUIPE

La criticità dei tre concorsi ufficiali indicati dalla FEI – ha detto il Selezionatore Duccio Bartalucci – è rappresentata dal fatto che sono tutti consecutivi e si svolgeranno anche subito dopo lo CSIO di Roma – Piazza di Siena. Considerato che i tre CSIO non conteranno ai fini della qualifica alla finale di ottobre (tutte le squadra qualificate ndr), ci saranno utili per effettuare un grande turn over tra i diversi binomi azzurri, per arrivare al termine del ciclo dei tre CSIO di FEI Nations Cup e quello di Piazza di Siena, alla determinazione di una long list per i Campionati d’Europa in programma a di Riesenbeck in Germania (31 agosto/5 settembre) e successivamente per la Finale del massimo circuito di Coppa”.

 

fonte: fise