FISE: Piazza di Siena, ‘scommessa vinta’

0 di MaddaVi

Dopo un anno di stop forzato causa pandemia, Piazza di Siena è pronta ad accogliere il meglio del salto ostacoli mondiale per l’88ª edizione dello CSIO di Roma (26-30 maggio), che disporrà di un montepremi complessivo di 800.000euro.

L’evento – presentato ufficialmente oggi ha in programma – con la doppia sede di Piazza di Siena e del Galoppatoio di Villa Borghese – oltre alle competizioni internazionali, anche gare nazionali per i giovani e i pony, il 1° Team Master ed anche gare per  Amatori e cavalli giovani. In programma anche il torneo di polo Italia Polo Challenge.

Annullati soltanto  i tradizionali Caroselli militari, nel rispetto delle normative anti Covid-19.

In assenza di pubblico e biglietteria, non ci saranno tribune.

Previsti un’ampia copertura televisiva di Rai2 e RaiSport HD e lo streaming integrale delle gare.

La presentazione ufficiale del concorso è avvenuta oggi all’interno dell’ovale erboso di Villa Borghese che dalla settimana prossima accoglierà molti dei migliori cavalli e cavalieri del mondo.

Sono intervenuti i vertici dello sport italiano – Vito Cozzoli (Presidente e AD di Sport e Salute S.p.A.) e Giovanni Malagò (Presidente CONI) – il Presidente della FISE Marco Di Paola, la Sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi e Roberto Tavani, Delegato Sport della Presidenza Regione Lazio.

Marco Di Paola

«Stavolta nessun discorso preparato alla vigilia di questa presentazione, ma solo le parole del cuore. Per dire che sono particolarmente emozionato, dopo un anno e mezzo tremendo, in cui si sono persi affetti e persone care, e nello stesso tempo faticoso, lavorando spesso alla giornata, al massimo alla settimana. Quando a dicembre abbiamo iniziato a programmare questa edizione di Piazza di Siena, ci chiedevamo se ce l’avremmo fatta. E ora siamo qui con enorme soddisfazione, grazie al lavoro sinergico di tutte le componenti coinvolte. Siamo alla vigilia di un evento come sempre ai massimi livelli, di assoluto livello mondiale, nonostante la grande concorrenza dei concorsi ippici di altre nazioni. Ed è significativo riuscire a farlo grazie anche agli sponsor che non sono venuti meno nonostante le limitazioni ancora legate alla pandemia.»

Vito Cozzoli

«Piazza di Siena è un luogo che deve la sua bellezza e la sua unicità alla famiglia Borghese, tutti noi siamo fieri di aver contribuito a recuperarlo e trasformarlo di anno in anno per accogliere al meglio un grande evento come questo ma anche gli stessi romani e i turisti di tutto il mondo, in un connubio perfetto tra sport e natura così come è stato nei mesi di pandemia, quando questo ovale è stato utilizzato come una palestra a cielo aperto. Ci saranno limitazioni legate alla pandemia, senza disporre di tribune, ma siamo nel cuore di Villa Borghese e quindi speriamo che la gente possa comunque godere lo spettacolo sportivo che sta per andare in scena a  Piazza di Siena».

Virginia Raggi

«Insieme si riparte. Abbiamo fortemente lavorato per questo traguardo, reduci da un anno tragico nel quale però abbiamo scoperto qualcosa di molto importante come la resilienza, che ci fa andare avanti trovando magari strade alternative a quelle di una volta. L’erba di Piazza di Siena in questo periodo s’era consumata, per l’intensa attività sportiva dei vari club e società, ma è stata risistemata e adesso eccola qui perfetta, in tutto il suo splendore. E Roma si conferma grande capitale anche della ripartenza, pronta a ospitare altri importanti eventi sportivi, come gli imminenti Mondiali di skate o gli Europei di nuoto del 2022 o ancora gli Europei di atletica leggera nel 2024».

Roberto Tavani

«La Regione Lazio è stata a fianco dello sport, nel complicato periodo della pandemia, garantendo sostegno e ristori straordinari senza precedenti alle tante associazioni e società sportive dilettantistiche. Adesso cercheremo di essere accanto agli eventi per la ripartenza del mondo sportivo e non solo di quello. E nell’ambito degli sport equestri, affiancheremo la FISE per i Mondiali in programma nel 2022 ai Pratoni del Vivaro (concorso completo e attacchi – ndr), con interventi sulla viabilità».

Giovanni Malagò

«Piazza di Siena è una scommessa vinta, e alla grande, da tutti coloro che contribuiscono al suo successo. Qualche anno fa era difficile esserne certi, alle prese con problemi enormi, ma averli affrontati tutti insieme è servito a risolverli, anche contro i timori, le lamentele e le pressioni di associazioni e gruppi diffidenti sulla salvaguardia del parco. E invece Piazza di Siena è ora qualcosa di speciale, più di prima, di diverso da ogni altro evento sportivo romano per location e asset a disposizione, nel pieno rispetto della città e dei cittadini».

 

 

fonte: fise