Campionati del Mondo Junior e Young Rider di Endurance: un sabato nel segno degli Emirati Arabi

0 di MaddaVi

Parla quasi completamente arabo il podio del Campionato Mondiale a squadre riservato a Junior e Young Riders di Valeggio sul Mincio (Verona).

Nella splendida cornice offerta dal Parco Giardino Sigurtà a salire sul gradino più alto è stata la rappresentativa degli Emirati Arabi, seguita dalla Spagna e dal Qatar.

Alle 8.00 di questa mattina il primo anello di gara è stato letteralmente invaso da 93 splendidi cavalli allenati e preparati per la lunga maratona.

Subito le squadre del Medio Oriente hanno mostrato le loro capacità partendo in fuga a velocità davvero elevate.

Anche l’Italia sembrava potesse concorrere, quasi ad armi pari, fino all’eliminazione di tre dei binomi facenti parte della squadra: Camilla Coppini su Palma, Camilla Malta su Barbaforte Bosana e Lucrezia Accorroni su Amirah dei Gabrini.

I primi tre migliori risultati di un team vengono estrapolati per la classifica finale dunque essendo rimasti in due gli azzurri hanno dovuto abbandonare ogni sogno di piazzamento a squadre.

Grande applauso, dunque, per il ventesimo e per il ventiduesimo posto conquistati rispettivamente da Ilaria Paradiso con Calamita Bosana e Niccolò Trotta con Quassia Distinta.

A portare a casa l’ambito titolo mondiale individuale sono stati, anche in questa occasione, due cavalieri emiratini e un’amazzone spagnola: passerella d’onore dunque per l’oro di Saeed Salem Atiq Khamis Almuhairi con Rabdan (UAE), l’argento di Ghanim Said Salim Al Owaisi con Shaddedah (UAE) e il bronzo di Maite Pradera Ledo con Qualif du Poncelet (Esp).

Già domattina, all’alba, quattro gare prenderanno il via con gli obiettivi puntati soprattutto sulla gara delle donne, la Ladies Cup.

Classifiche

 

 

Foto/Fonte: CS fise