Addio a Forlap DC: il brillante compagno di gare di Gregory Wathelet non ce l’ha fatta

0 di MaddaVi

Non ce l’ha fatta il fenomenale saltatore compagno di gare di Gregory Wathelet.

Lo scorso 1° dicembre si era bruscamente interrotta la brillante carriera sportiva di Forlap DC, eccezionale compagno di gare del belga Gregory Wathelet a causa di una frattura al nodello anteriore.

Questo baio da Querlybet Hero x Heartbreaker ha avuto una carriera davvero brillante insieme a Wathelet: tra i loro risultati più recenti spiccavano la 2^ posizione nella 150/155 del GCT di Doha; la 4^ nel GP di Oslo, la 8^ nella 145 del CSI5* di Brussels, senza dimenticare il doppio netto in Nations Cup a Lummen e La Baule.

Un binomio che si era separato nel 2014 e che si era ritrovato nel 2016: un legame unico, di quelli che si possono avere solo se si è abbastanza fortunati da riuscire a trovare il proprio cavallo della vita.

Ma gli eventi che li avevano divisi e poi fatti ritrovare hanno deciso anche che, per loro, il lieto fine non dovesse esistere.
Forlap, che avrebbe dovuto passare una pensione anticipata al fianco del suo cavaliere proprio a causa del grave infortunio riportato, ci ha lasciati in questo triste tre gennaio.

A dare la notizia, tramite un commovente comunicato stampa, è stato proprio Gregory Wathelet.

Le ultime due settimane sono state particolarmente difficili a causa di alcune complicazioni insorte in seguito all’intervento, ma tu hai sempre continuato a lottare, anche se era una battaglia persa.
Il destino ha deciso così ed è con immenso dolore che abbiamo dovuto prendere la decisione di lasciarti andare.
Oggi sono così triste che tu ci abbia lasciati e che non sarai più qui con me. Mi sembra di aver perso il mio migliore amico, qualcuno della famiglia. Mancherai a tante persone in scuderia… ma, per me, tu sarai sempre presente nei miei pensieri e nel mio cuore. Ti auguro il meglio nella tua prossima vita, grazie per tutto quello che mi hai dato. Ti ho voluto davvero bene e già mi manchi tantissimo
“.

 


 

 

Foto/Fonte: comunicato/wosj/equnews