CDI3* Ornago: che successo!

0 di MaddaVi

Ventiquattro binomi, provenienti da quattro continenti e da quattordici nazioni, hanno partecipato al Gran Prix di Ornago, nell’ambito del CDI3 stelle che si è svolto nei funzionali e sempre apprezzati impianti delle Scuderie della Malaspina dal 13 al 15 settembre.

Dopo il successo del CDI 3 Stelle di primavera, che ha registrato la presenza di oltre 140 binomi di cui 73 stranieri, il Centro Ippico della cittadina lombarda ha proposto l’evento di settembre, che ha riscosso un grande interesse di partecipazione per i binomi stranieri di alto livello anche in relazione alla possibilità di acquisire punti per la qualifica individuale Olimpica.

Solo tre italiani in Gran Prix e alcuni giovani promettenti tra i Pony Riders, Children e Juniors.

Rachele Bancora, reduce da una buona prova ai Campionati Europei Pony 2019, per i Pony Riders è salita tutti i giorni e per tre volte sul podio.

Analoghi brillanti risultati per Riccardo Spagni, che, dopo le ottime prestazioni al suo debutto ai Campionati Europei di categoria Children in zona finale individuale, ha raggiunto a Ornago un Top Score del 70.128%.

Valentina Merli conferma le buone prestazioni ottenute ai Campionati Europei Giovanili 2019 (tra i migliori di squadra) e ad Ornago è salita due volte sul podio. Per lei un Top score del 69,040 %.

Francesco Zaza in GP trova conferme al suo cammino verso risultati importanti con una percentuale del 66,087% e si qualifica al 15° posto.

Un binomio interessante di nuova formazione è quello composto da Roberta Ciampa – Flirt, praticamente al debutto ai massimi livelli, nella Kur ha ottenuto un promettente risultato di 67,270%.

Ottimi i risultati per Tatiana Miloserdova, che recentemente ha scelto di partecipare alle gare internazionali con i colori azzurri.

È “solo” seconda in Grand Prix con una percentuale del 70,196%, ma supera tutti nel GPS migliorandosi con uno score di 71,064%.

Tatiana ha ora un programma di un fine stagione molto ambizioso, ma che potrebbe consentirle la qualifica individuale Olimpica.

Per qualificarsi deve essere ai primi due posti dei binomi del Gruppo B di qualificazione FEI, escludendo i binomi delle nazioni già qualificate con il TEAM. Un traguardo difficile, ma, certamente, non impossibile.

Grande attesa ora per i Campionati Italiani Assoluti, anche dei Cavalli Giovani, tra i quali vedremo all’opera alcuni soggetti molto importanti per il futuro

Ma soprattutto, a conferma dell’ottima politica attuata anche nel settore Dressage dal Consiglio Federale, gli appassionati potranno fruire di una stagione agonistica 2020, in cui l’Italia torna protagonista, anche come organizzatrice di eventi: si tratta certamente di un segnale di un importante rilancio del Dressage Italiano. Sono previsti, infatti, tre CDI Senior e Cavalli Giovani, cinque CDI giovanili e almeno due CPEDI (San Giovanni in Marignano valido per la qualifica Olimpica e Casorate Sempione).

foto/fonte: fise