5 consigli per migliorare il proprio stile senza uscire di casa

0 di MaddaVi

Finalmente si può tornare in scuderia dai propri cavalli!

Ovviamente, questo è possibile solo seguendo le misure di sicurezza e gli orari assegnati.

Come approfittare quindi del tempo libero a casa e senza lezioni di gruppo?

Un ottimo strumento per migliorare il proprio assetto ed il proprio stile sono i video: che siano di professionisti o personali, riguardarli è un buon esercizio per capire meglio i propri errori e per trovare modi utili per risolverli una volta tornati in sella.

Ecco quindi a seguire 5 suggerimenti per guardare con occhio critico qualsiasi video si abbia voglia di visionare per imparare a migliorare il proprio modo di stare in sella.

 1. Guardare ogni video almeno tre volte

Osservare, prima come spettatore e poi con occhio attento è il primo passo per capire su cosa vogliamo focalizzarci, sempre prestando attenzione al background e non solo a cavallo e cavaliere.

 

 2. Concentrarsi su di un dettaglio per volta

Non bisogna avere fretta: analizzare prima l’assetto, le spalle, la posizione delle mani e dei talloni, lo sguardo, il campo, il percorso… guardare tutto è importante, ma concentrarsi su di una cosa per volta è fondamentale per assimilare al meglio la consapevolezza dei propri errori.

 

 3. Imparare dai propri errori senza farli diventare un’ossessione. Nessuno è perfetto e non si smette mai di imparare.

Una volta capiti gli errori, bisogna trovare una soluzione e lasciarseli alle spalle. Stressarsi su qualcosa che è stato risolto o che può essere risolto è inutile e controproducente.

 

 4. Fare delle osservazioni e usarle come base per migliorarsi

Farsi delle domande, essere curiosi, analizzare le azioni del cavaliere ed i movimenti del cavallo: tutto ciò che può portare l’osservatore ad un livello superiore merita la giusta attenzione e considerazione.

 

 5. Imparare dai professionisti

I video dei professionisti sono quanto di più utile se si vuole avere un’idea precisa di quale sia lo stile che si vuole emulare. Ogni professionista è stato in passato un attento osservatore pronto ad assorbire quante più informazioni possibili per partire da una base solida prima di affinare le proprie tecniche. Imparare da questi modelli è il modo più veloce e semplice per capire cosa fare e cosa non fare.