CSIO Lamprechtshausen: gli azzurrini dominano i Gran Premi

0 di MaddaVi

Giornata a forti tinte azzurre in Austria nello CSIO giovanile di Lamprechtshausen. Oggi si sono infatti disputati i Gran Premi di chiusura del concorso che hanno visto i ragazzi italiani in grandissima evidenza.

Il Gran Premio Junior (ostacoli da 140 cm.)  ha visto ai primi tre posti tre nostre amazzoni.
A spuntarla dopo un barrage ‘in casa’ è stata Maria Vittoria Martari con Jazou van het Nerenhof (0/0; 43.20) che nel percorso decisivo è stata più veloce di Beatrice Bacchetta con Jada van de Gaverranch (0/0; 44.32).
Terza piazza per Giorgia D’Angelo con Excuse Me (4; 76.39).

Anche nel Gran Premio riservato ai Children a brillare sono state tre nostre amazzoni che con altrettanti impeccabili doppi percorsi netti hanno conquistato le posizioni di vertice della gara disputata su un percorso con ostacoli dell’altezza di 130 centimetri.

Giorgia Baldi con la baia italiana Valery Vanitosa ha centrato il secondo posto (0/0; 40.89) battuta per pochi centesimi solo dalla vincitrice, la svizzera Lou Puch con Vitalhorse Un Amour La Goula (0/0; 40.08).
Quarto posto per Giulia Marvaso con Falcon (0/0; 43.31) e quinta classificata Anna Ruggeri con Dakotah 2 (0/0; 44.49) che ha così bissato i due percorsi netti della Coppa delle Nazioni.

Un azzurrino sul podio anche nell’impegnativo Gran Premio Young Riders con ostacoli a 145 centimetri.
Antonino Sottile su Montana 674 – binomio anche questo doppio netto in Coppa delle Nazioni venerdì – ha chiuso al terzo posto (4; 76.16). A vincere con l’unico percorso netto è stata l’austriaca Marie Christine Sebesta con Obora’s Sherbet (0; 76.37).

Ieri si era svolta la Coppa delle Nazioni riservata agli Junior che ha visto il team italiano piazzarsi in quarta posizione con 32 penalità complessive (24/8).

La squadra era composta da Beatrice Bacchetta con Jada van de Gaverranch (4/4), Maria Vittoria Martari con Jazou van het Nerenhof (19/0), Pietro Meucci con No Limit ot Paddocks Z (9/4) e Martina Simoni con Stakkato’s Star (11/23).
Sempre ieri, vittoria di Beatrice Bacchetta con London Big Bang nella categoria accumulator da 125 dello Small Tour.

 

fonte: fise