Fixdesign International 2017: iscrizioni aperte

0 di MaddaVi

A partire da venerdì 13 gennaio saranno aperte le iscrizioni per l’atteso Fixdesign International Show Jumping 2017.

L’evento romano Indoor più atteso comprenderà un CSI1* ed un CSI2*. Questi, verranno ospitati nella prestigiosa sede fieristica della Nuova Fiera di Roma situata alle porte di Fiumicino.
Dal  16 al 19 febbraio verrà, quindi, inaugurata la stagione internazionale di Salto Ostacoli nella nostra penisola.

Il programma dell’evento offre un montepremi complessivo di 60.600€. Di questi, 25.000€ saranno in palio nel Gran Premio del CSI2*.  Tale categoria sarà valida ai fini della FEI Longines Rankings gruppo “D”.
5.000€ saranno destinati, invece, al Gran Premio del CSI1*.

Per i cavalieri sarà possibile effettuare la propria richiesta di partecipazione a partire dalla giornata di venerdì 13 gennaio attraverso il sistema di iscrizioni online FISE.

Fino alla data di chiusura delle iscrizioni, prevista per il 20 gennaio, nel CSI1* e CSI2* il 50% dei posti disponibili per i cavalieri italiani è riservato a cavalieri Ch/J/YR.

Per i cavalieri italiani, il numero di posti disponibili sarà: 50 nel CSI1* e 53 nel  CSI2*.

Al fine di poter monitorare le percentuali di partecipazione tra senior e giovani, tutte le iscrizioni saranno autorizzate dalla Federazione seguendo l’ordine cronologico di iscrizione.

Così facendo, i primi Senior nel CSI1* ed i primi Senior nel CSI2* che si iscriveranno verranno immediatamente autorizzati.
Gli altri cavalieri che seguiranno in ordine temporale saranno autorizzati solo nel caso in cui non arrivino richieste di partecipazione da parte dei giovani cavalieri, oppure in caso di ritiro di cavalieri senior già autorizzati.

Tutti i cavalieri e i cavalli ed i pony possono ancora beneficiare del tesseramento FISE 2016 la cui scadenza è segnata per il giorno 20 febbraio.
Tuttavia, dovranno obbligatoriamente essere in regola con la registrazione FEI 2017.
I cavalli ed i pony residenti in Italia potranno partecipare con i documenti nazionali.

Fonte: comunicato FISE