Metodo Tellington TTouch: arriva in Italia per il 10° anno consecutivo l’atteso seminario

0 di MaddaVi

Linda Tellington-Jones torna in Italia, per il 10° anno consecutivo, per insegnare i segreti del suo successo con i cavalli da sport.

La ottantenne canadese, ideatrice dell’omonimo Metodo Tellington sarà ospite della prestigiosa Scuderia Bianca Luna Jumping Stud a Bedizzole (Bs), per un corso/seminario di tre giorni dedicato al cavallo in allevamento dalla nascita fino alla doma e alle prime esperienze sotto la sella.

Il corso, aperto a partecipanti pratici e uditori si propone di illustrare e mettere in pratica l’innovativa e collaudata proposta di Linda per insegnare ai cavalli ad essere confidenti e accettare serenamente e con profitto reciproco la collaborazione con l’uomo.

Il suo metodo si differenzia dalle altre proposte perché è teso a sviluppare nei soggetti l’autostima e la coscienza di se stessi, attraverso uno specifico lavoro sul corpo, esercizi a terra e lavoro in sella coadiuvati da una speciale attrezzatura, frutto di continui studi e ricerche nel corso degli ultimi 50 anni.

L’obiettivo è insegnare agli animali a mettersi “sulle proprie gambe”, sviluppando la coordinazione e l’equilibrio sia fisico che emotivo.

Il metodo non si basa sulla dominanza ma sulla proposta, in modo che ogni soggetto possa progredire nell’apprendimento secondo le sue possibilità del momento, senza creare coercizione e frustrazione che bloccano la capacità di imparare e creano resistenze, rigidità e insicurezze che il cavallo si porta dietro per tutta la vita e che ne minano le possibilità di successo.
Innumerevoli sono i binomi che hanno beneficiato del brillante lavoro di Linda che può vantare collaborazioni e insegnamento in ogni parte del globo.
Tra tutti Klaus Balkenholl, Reiner e Ingrid Klimke, Nicole Uphoff e di recente in Italia l’hanno apprezzata anche calibri come Giulia Martinengo, Paolo Paini e Licinio Grossi.

Coadiuvano la brillante trainer i veterinari ippiatri Silvia Torresani e Massimo Da Re che si occupano da dieci anni di organizzare corsi e seminari e divulgare questo importante lavoro anche nel nostro paese.

Le tre giornate si snoderanno tra lezioni teoriche su argomenti di etologia e benessere del cavallo moderno, che prendendo spunto dai più recenti studi scientifici verranno ricondotte alla quotidianità di scuderia, dimostrazioni pratiche su casi tipo e “problem solving” e lavoro diretto dei partecipanti che avranno così la possibilità di toccare con mano e mettere in pratica le tecniche proposte su cavalli messi a disposizione dall’organizzazione o portati dagli stessi partecipanti.

Nella serata di sabato, oltre a celebrare l’ottantesimo compleanno della inarrestabile Linda, è previsto un interessante seminario sulla “Comunicazione Interspecifica” tenuto da Linda stessa che racconterà come individui appartenenti a specie diverse possano relazionarsi e creare partnership utili e legami basati sulla comprensione e sul rispetto.

Le spiegazioni si susseguiranno prendendo spunto dalle molteplici storie di relazione uomo-animale che Linda ha intrecciato con moltissimi soggetti nel corso della sua vita, non solo con i cavalli ma anche con orsi, giraffe, scimmie, e mammiferi marini.

Chi ama i cavalli e la buona equitazione non può perdere l’occasione di incontrare questa speciale horsewoman che a scapito dell’età continua a conservare immensi energia ed entusiasmo verso l’insegnamento.
Non c’è giornata con Linda che termini prima che anche l’ultima domanda trovi una risposta e fino a che ogni cavallo (e cavaliere) non si senta a proprio agio nella propria pelle.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

 

Foto/Fonte: comunicato