Les 5 Etoiles de Pau e la polemica su Jack Pinkney

0 di MaddaVi

Il cavaliere britannico Jack Pinkney ed il suo Raphael, durante il percorso di cross country di Les 5 Etoiles de Pau, hanno avuto qualche problema tecnico.

Mentre affrontavano la prima parte della gara, la redine sinistra si è spezzata e Jack si è trovato davanti ad una situazione non semplice.

Fermarsi oppure afferrare quello che rimane e provare a finire il percorso rallentando? Jack ha optato per proseguire e, fino alla seconda parte del tracciato, non ci sono stati problemi.

Raphael si è comportato in maniera impeccabile affrontando con serenità e naturalezza combinazioni e ostacoli non indifferenti e dalle grandi difficoltà tecniche.

Jack ha fermato il proprio orologio e ha semplicemente fatto del proprio meglio gestendo con freddezza e prontezza di riflessi una situazione difficile. Purtroppo, Raphael ha saltato anche troppo bene: sul n°27, una tavola di notevoli dimensioni, ha strappato la redine dalla mano del proprio cavaliere che non è più riuscito a riprendere il controllo. Raphael ha poi puntato uno dei muri in legno divisori come se fosse un ostacolo e Jack è caduto a terra mentre la sua cavalcatura proseguiva la sua corsa dopo essersi scontrato contro la palizzata.

Fortunatamente non ci sono state conseguenze né per Jack né per Raphael (solo un taglio superficiale sul muso).

La polemica si è scatenata dopo che nel video, subito diventato virale, si è visto Jack gettare a terra la frusta: in realtà, ha poi dichiarato il cavaliere, era solo arrabbiato con se stesso. Il percorso sarebbe potuto finire in un altro modo e lui stesso si è reso conto del rischio corso durante il tracciato.

Probabilmente non cavalcherò mai più un cavallo come lui, e lo conosco davvero bene. Se fosse successo con un altro cavallo, probabilmente avrei agito diversamente. Dal profondo del mio cuore, non vedevo il pericolo in modo obbiettivo e mi dispiace così tanto.” ha poi dichiarato Jack ai media prendendosi tutte le responsabilità di quanto accaduto.

fonte: fb/eventingnation