Londra: i pony per le strade sollevano un po’ gli animi

0 di MaddaVi

Le scuderie Park Lane a Teddington, nel sud-ovest di Londra, hanno una posizione unica: il cortile di 300 anni è rimasto intatto nonostante in tutta l’area circostante siano state costruite molte abitazioni.

Questa posizione privilegiata permette di mantenere un certo contatto costante con la comunità.

In un momento drammatico come quello che stiamo attualmente vivendo, con la chiusura dei paesi e la quarantena generale causate dalla diffusione del Covid-19, le scuderie sono state ovviamente chiuse.

I proprietari della struttura, che è una Riding for the Disabled Association ed un Pony Club, hanno deciso di spostare alcuni degli animali presenti in una località vicina, mentre altri (i più anziani e cagionevoli) sono rimasti a Park Lane.

La manager Natalie O’Rourke ha quindi avuto un’ottima idea per coinvolgere i bambini senza farli uscire dalle loro case.

La scorsa settimana, mentre entravano in vigore le prime misure di allontanamento sociale, Natalie ha portato i pony a mano per le strade per visitare i residenti che avevano fatto richiesta. Ora che il paese è in quarantena, invece, li sta facendo passeggiare per le strade locali facendo sapere alle famiglie quando guardare fuori dalle loro finestre per guardare i pony che passeggiano.

La scorsa settimana abbiamo visitato le case delle persone che si sono isolate volontariamente, restando in piedi fuori dalla finestra e consegnando messaggi da parte della loro famiglia” ha raccontato Natalie a H&H. “Siamo andati a trovare una signora di 81 anni che sta curando il cancro al seno. La sua famiglia ci ha chiesto di passare davanti a casa sua e di alzare un cartello dicendo che stavano pensando a lei. Ora la situazione è cambiata, non possiamo andare a indirizzi specifici, ma stiamo ricevendo richieste di alcuni quartieri che vorrebbero vedere i pony. In questo modo si distraggono anche i bambini, che sono bloccati in casa esattamente come gli adulti. Il 26 marzo siamo usciti per il compleanno di una bambina, la gente non vedeva l’ora di salutare e di fare foto! Abbiamo anche una vecchia pony che non può uscire con gli altri perché sarebbe vittima di bullismo, e alcuni hanno offerto il loro giardino per farla pascolare dentro!”

Natalie ha anche deciso di aiutare altre scuderie , ed ha preso 10 dei 18 cavalli del Wormwood Scrubs Pony Center di Suor Mary Joy Langdon.

Ho messo tutti i miei pony in uno dei campi che affittiamo in modo che i cavalli possano avere l’altro“, ha dichiarato Natalie “Nel mondo equestre ci si sta aiutando a vicenda, speriamo di superare la tempesta e di tornare presto alla normalità!”

 

fonte: H&H