Ippica: L’ingiusta agonia di Coffs Harbour

0 di MaddaVi

E’ accaduto lo scorso lunedì nell’ippodromo belga di Ghlin: Coffs Harbour si è rotto una anteriore nella gabbia di partenza

Il PSI baio Coffs Harbour è rimasto vittima di un brutto incidente nella gabbie di partenza corsa a cui avrebbe dovuto prendere parte.
Probabilmente, a causa del nervoso per cause ancora da accertare, si è rovesciato all’interno della gabbia di partenza in cui si trovava, ricavando la frattura dell’anteriore destro.

Lydia Dumont, la proprietaria e allevatrice di questo cavallo, ha denunciato la gestione del caso da parte dei veterinari dell’ippodromo.
Questi, infatti, pur sapendo dell’immane sofferenza dell’animale, non hanno poto fine alle sue sofferenze nell’immediato, ma hanno atteso oltre dieci minuti.
Come se non bastasse, Coffs Harbour, è stato fatto rialzare e camminare lontano dalle gabbie con la zampa fratturata per poi essere abbattuto.

Abbiamo dovuto prendere una decisione difficile, non facendo partire gli altri cavalli c’era il rischio che si ferissero a loro volta dentro le gabbie. Coffs Harbour era incontenibile dopo l’incidente, lo abbiamo allontanato per evitare di spaventare gli altri” ha spiegato Agnes Goffin, la responsabile della coordinazione all’ippodromo.

Ad essere, giustamente, indignata da questo comportamento è stata Lydia Dumont. “Io e mio marito lavoriamo in qusto mondo da tanti anni ma non abbiamo mai visto una cosa del genere. Far camminare un cavallo con una frattura esposta è ignobile. La priorità era occuparsi di lui, non di far partire la corsa. Inoltre siamo consapevoli del fatto che non sia possibile avere un veterinario per ogni cavallo, ma sono passati dieci minuti prima che qualcuno arrivasse e il calvario di Coffs Harbour avesse fine. Bisogna prendere provvedimenti affinché una cosa del genere non accada più, altrimenti dove va a finire la dignità dei cavalli?

La delusione è tanta, e le parole “Cercheremo di imparare da quanto successo, non avevamo previsto questo genere di situazione e questo può essere stato un nostro errore” di Goffin non bastano certo per giustificare una simile mancanza di sensibilità e umanità.

FOTO

Fonte/Foto:DHNet