Pioggia, fango, freddo e umidità: qualche consiglio su come affrontare l’inverno

0 di MaddaVi

Inverno: tempo di campi ghiacciati, umidità, neve o neve sciolta e tanto, tanto fango.

E’ superfluo sottolineare quanto l’inverno sia la stagione più difficile da sopportare per i nostri amici cavalli, ma anche per noi cavalieri o proprietari che dobbiamo convivere con coperte umide, cavalli sempre sporchi e freddo costante.

Ecco di seguito cinque piccoli consigli per sopportare al meglio questa fangosa stagione.

1. Coperte

Per evitare che i cavalli stiano all’umido per troppe ore, nel caso in cui gli esemplari vengano tenuti a prato tutto il giorno e la notte, è sempre bene investire in coperte ,magari impermeabili (adeguate e senza esagerare).

2. Come risparmiare sul fieno

Un sacco di fieno viene sprecato e calpestato dai cavalli soprattutto nei paddock. L’acquisto di un alimentatore di fieno resistente alle intemperie può aiutare a prevenire sprechi di fieno e danni ai terreni.

3. Verificare la presenza di scottature della pioggia (= putrefazione della pioggia, Rain Scald, Rain Rot)

La scottatura delle piogge si verifica quando i cavalli sono esposti a condizioni di tempo umido e fangoso. Se la pelle del cavallo rimane umida e sporca per lunghi periodi di tempo, viene infettata dal batterio che la trasmette. In casi lievi, il cavallo può avere solo alcune croste che, quando rimosse, lasciano visibile la pelle. Se si riconosce questa patologia, è sempre meglio contattare un veterinario per determinare qualche sia la miglior cura da seguire.

4. Preparare un ordine di asciugatura per coperte, fasce e sottosella

Organizzare le lavatrici in modo da poter lavare e asciugare al sole tutti i sottosella, fasce e coperte: sembra semplice, ma quando il meteo non è troppo di aiuto anche lavare la più piccola cosa si può rivelare una vera e propria impresa.

5. Usa il tuo tempo con saggezza

Parlando di coperte o sottosella, i “giorni di pioggia” sono una buona opportunità per fare il bucato del proprio cavallo. Oppure, per ingrassare selle e testiere… insomma, per dare una pulita generale a tutto quello che siamo soliti rimandare costantemente.

 

foto: Martin Jernberg – Unsplash