Pierre Arnould sospeso dalla FEI per 20 mesi a causa di frode

0 di MaddaVi

Nell’aprile 2020, il veterinario dr. Wijnendaele ha scoperto improvvisamente il suo nome su alcuni passaporti di cavalli belgi e ha contattato la FEI.

Wijnendaele si è trasferito dal Belgio nel 2005. Come si è poi scoperto, Pierre Arnould ha usato il suo timbro e la sua firma per alcuni passaporti FEI. Arnould è l’ex leader del team belga di Endurance e membro del comitato FEI Endurance.

Si tratta di quattro cavalli che erano in addestramento con Arnould al momento della frode.

Uno dei cavalli ha anche preso parte ai WEG nel 2018. I passaporti sono stati convalidati con la firma e il timbro di Wijnendaele, ma senza le etichette delle fiale fornite con le vaccinazioni. Dr Wijnendaele ha affermato di riconoscere la scrittura come quella di Arnould.

La FEI afferma che ci sono più casi di passaporti falsi.

Falsificare le vaccinazioni è severamente vietato, viola le norme di salute e sicurezza nelle competizioni. Lo stesso Pierre Arnould nega l’incidente e afferma che Wijnendaele gli ha dato i timbri e il suo permesso. Secondo lui, i cavalli sono stati vaccinati correttamente e hanno usato il timbro solo poche volte.

Wijnendaele dice che questo non è corretto e che non ha mai dato i timbri volontariamente. Il veterinario di Pierre Arnould, Stefan Midgen, dice che viene a vaccinare i cavalli e controlla e firma sempre il passaporto durante le vaccinazioni.

La FEI ha deciso che le azioni di Arnould sono fraudolente: Arnould è stato quindi sospeso per 20 mesi e dovrà pagare una multa alla FEI di 5000 franchi svizzeri, ovvero circa 4.500 euro.

Fonte: H&H/FEI