FISE, Endurance: la Spagna conferma l’oro a San Rossore, doppietta UAE nell’individuale

0 di MaddaVi

Giornata intensa e di grande sport all’ippodromo di San Rossore a Pisa dove oggi si è svolto il Campionato del Mondo di Endurance – primo evento di massima caratura post pandemia Covid-19 che con orgoglio l’Italia può vantare di aver organizzato nel migliore dei modi.

Dopo 160 chilometri la vittoria è andata al portacolori degli Emirati Arabi Uniti Salem Hamad Saeed Malhoof Al Kitbi che in sella ad Haleh ha tagliato per primo il traguardo dopo 7 ore, 24 minuti e 24 secondi di gara alla media di 21,602 km/h.

Al Kitbi è giunto sul traguardo finale praticamente appaiato al connazionale Mansour Saeed Mohd Al Faresi, medaglia d’argento su Birman Aya ad un solo secondo di distacco dal vincitore (21,601 km/h; in 7h 24’ 25”).

Il 25enne neo campione del mondo ha condotto una gara sempre tra le posizioni di testa: 3° nella prima e nella seconda; 2° nella terza, quarta e quinta, ed infine 1°.

Medaglia di bronzo per il Cile grazie a Boni Viada de Viverocon As Embrujo (21,266 km/h; in 7h 31’ 26”).

Da segnalare che Viada vive e lavora in Umbria per la scuderia italiana Fuxiateam.

Il titolo iridato a squadre è andato alla Spagna che, con un tempo complessivo di percorrenza di 23 ore, 10 minuti e 34 secondi, si conferma cosi sul gradino più alto del podio dopo l’oro conquistato al mondiale di  Samorin nel 2016.

Argento al Brasile (23h 13’ 35”) e bronzo alla Francia (23h 43’ 1”).

Spagna, Brasile e Francia sono state le uniche tre nazioni, sulle dodici al via con una squadra, che hanno avuto almeno tre cavalieri classificati.

La competizione iridata è stata selettiva, come confermano i soli 26 binomi, dei 74 al via in rappresentanza di 31 nazioni, che hanno portato a termine i 160 chilometri del percorso.

Tra questi anche due azzurri il bresciano classe 1974 UmbertoFava con Antair JR ha chiuso al 16° posto (20,225 km/h; in 7h 54’ 39”) e la 27enne, anch’essa bresciana, Martina Gaiani 21^ con Badmington d’Oc (18,962 km/h; in 8h 26’ 16”).

Eliminati Patrizia Cianferoni con Quintana e Camilla Maltacon Naria entrambe al termine della quarta fase per irregolarità delle andature, e Daniele Serioli con Selenia al termine della quinta fase (metabolico).

 

fonte: endurance