FISE, CSIO giovanile di Cabourg: gli azzurrini brillano nei Gran Premi

0 di MaddaVi

Chiusura in bellezza per la rappresentativa giovanile azzurra impegnata in Francia nello CSIO di Cabourg.

Ieri, giornata conclusiva, si sono svolti i vari Gran Premi che hanno infatti visto gli azzurrini tra i protagonisti.

Nel Gran Premio riservato ai Children, grande successo di Nicolò Paolo Monariche in sella a Touche d’Arrogance si è sbarazzato degli avversari con un doppio percorso netto e il cronometro fermato su 35.99 secondi.Un tempo velocissimo quello del 13enne piemontese figlio d’arte, già quarto nel GP dello CSIO di Samorin qualche settimana fa, che ha inflitto oltre quattro secondi di distacco alla seconda classificata la belga Estee Bomere con History Van’T Ameldonk Z (0/0; 39.77).

Da aggiungere che Nicolò Paolo Monari e Touche d’Arrogance venerdì hanno portato a termine con un doppio netto anche la Coppa delle Nazioni.

Nella ‘top ten’ del Gran Premio children si sono classificate Angelica Francesca Pellicari, sesta con Vasco Vh Jukschot Z (0/4; 39.89) e Maria Ilaria Grilli, settima con Saetta del Terriccio (0/8; 38.65).

Colori azzurri sul podio anche nell’impegnativo Gran Premio per gli Young Riders con Alessandra Bonifazi terza classificata con Intrigo RS con una penalità nel percorso base (1; 78.20).
Stesso risultato di Giulia Mattioli con Uranus Boy che l’ha seguita in classifica al quarto posto (1; 78.80).
Unico netto della gara quello del vincitore il belga Thibault Philippaerts con Khan Vd Kattevennen Z (0; 73.63).

Nel Gran Premio per gli Junior, invece, Martina Simoni ha chiuso in settima posizione in sella ad Evenzo con un errore al barrage (0/4; 45.53).

Nelle Coppe delle Nazioni l’Italia ha inoltre ottenuto il quarto posto con il team Junior composto da Margherita Fiorelli su Bloom Of Semilly (0/8), Chiara Copposu Betty de Vaudival (5/8), Rubens Cannella su Douglas III (13/5) e Pietro Meuccisu No Limit Ot Paddocks Z (8/0). Miglior azzurra della graduatoria individuale: Martina Ferrari quarta classificata con Aberdeen 34 (0; 73.04).

La squadra Children formata da Nicolò Paolo Monari con Touche d’Arrogance (0/0), Angelica Francesca Pellicari con Vasco vh Jukschot Z (5/5), Yole Minopolicon Enzo (4/4), Vittoria Calabrò con Abete (5/0) ha invece concluso al quinto posto. Tra gli individuali al via in questa gara ottimo secondo posto di Maria Ilaria Grilli e Saetta del Terriccio (0; 72.20).

Infine, sesta posizione nella Coppa delle Nazioni Young Rides, invece, per Neri Pieraccini con Arpege de Carles (9/13), Giulia Mattioli con Uranus Boy (4/9), Alessandra Bonifazi con Intrigo RS (8/1) e Gabriele Gasparetto con Kazan vh Nijskenshof (8/5). Tra gli altri italiani scesi in campo a titolo individuale Alessandra Franchi si è piazzata quarta con Vulcan de Retaud (1; 79.68).

Tra gli altri piazzamenti individuali degli azzurrini spiccano la terza piazza della Junior Margherita Fiorelli su Cletic Rose in una categoria a fasi consecutive disputata sabato. Alessandra Franchi si è invece classificata quarta e sesta con Vulcan de Retaud in due 145 a tempo riservate agli Young Riders, una delle quali ha visto Giulia Mattioli con Uranus Boy ottenere la quinta posizione.

 

fonte: fise