I cavalli sfruttano le espressioni facciali: lo conferma uno studio

1 di cecilia
cavalli

Secondo un recente studio della University of Sussex, i cavalli come gli esseri umani e le scimmie usano i muscoli sottostanti narici, labbra e occhi per alterare le loro espressioni facciali in diverse situazioni sociali.

Questo suggerisce parallelismi evolutivi in diverse specie con un occhio di riguardo a come viene utilizzato il volto per comunicare. La Equine Facial Action Coding System (EquiFACS), in collaborazione con la University of Portsmouth e la Duquesne University, ha identificato ben 17 discreti movimenti facciali nei cavalli.

Negli esseri umani ve ne sono 27, 13 nelle scimmie e 16 nei cani. “I cavalli sono animali prevalentemente visuali, ciò che ci ha sorpresi è stato il ricco repertorio di movimenti facciali complessi in questi, e quanti fossero simili a quelli umani”, ha detto Jennifer Wathan, co-autrice dello studio.

Fonte: Horse&Hound