Quando il cavallo è aggressivo: come correggere il comportamento

3 di Skeepy

Morsi, calci, testate, spintonate … il comportamento aggressivo  non è raro quando si sta accanto ai cavalli quotidianamente. Quando si tratta di soggetti giovani o con esperienza, è per certo una sfida di autorità, ma per altri, è  incomprensibile  o legato alla “pubertà”.

cavallo agressivo 1

La soluzione più spesso proposta è di mostrare all’animale aggressivo che possiamo essere più forti di lui.

Ci sono i metodi “dolci” dove mettiamo l’animale in posizione poco confortevole facendogli paura; i metodi più forti dove vi sentirete consigliare di usare i vostri pugni e piedi, oppure ci sono gli estremisti che andranno fino “spaccare la faccia” usando vari materiali.

E se l’animale è veramente aggressivo, non è il primo metodo che lo fermerà, ma invece,  spingendo l’umano a correre ai  ripari, e lo farà passare dal metodo dolce, al metodo forte per finire a quello  estremista o la fuga.

Un escalation della violenza nel quale l’umano ne potrà uscire vincitore solo se sarà realmente più forte del suo avversario animale…con un topo, possiamo tentare. Con un cane possiamo rischiare, con un gatto sarebbe già più complicato. Ma con un cane potente o un cavallo, molto spesso….possiamo prenotare un posto in ospedale.

cane-aggressivo

Per fortuna, la maggiore parte degli animali che vengono considerati aventi un comportamento aggressivo, in realtà non lo hanno…Abbiamo allora un semplice problema di comprensione tra l’umano e l’animale, un problema che non è abbastanza importante da spingere l’animale a giocare a ” chi è il più forte”.

Ma se vi ritrovate un giorno di fronte ad un reale comportamento aggressivo:  è quello  che avrà l’animale quando avrà deciso di farvi capire che ha ragione, o, che è nel suo giusto diritto. L’escalation della violenza è inevitabile: tra l’altro è un test relativamente efficace per capire se l’animale che abbiamo di fronte è veramente aggressivo.

Il caso classico è quello dell’animale “stufo dell’umano” : l’attacco è allora spesso violento che vi lascerà pochi secondi per rispondere.

cavallo agressivo 2

In questo caso iniziate nel mettervi in sicurezza, poi,  interverrete con una risposta ferma e decisa. In quel momento direte al cavallo ” stai zitto ” . Ci sono allora due possibilità: o l’animale cerca di replicare e quindi dovete essere più veloce di lui; oppure l’animale penserà,e  vi tocca iniziare un dialogo.

In tutte due i casi, non lasciate che i vostri sentimenti ( buoni o cattivi) prendono  il sopravvento, mantenete una posizione giusta e solida. Non aggredite l’animale ma preparatevi a riceverlo nello stesso modo se dovesse aggredire ancora.

Quando sarete nella fase di dialogo, dovrete dare all’animale i mezzi di esprimersi diversamente che con la violenza.

E’ quella fase che viene spesso a mancare nelle “tecniche” date in risposta ai comportamenti aggressivi . Il più difficile non è di far smettere al momento il determinato comportamento, ma di renderlo inutile a lungo termine.

” Hai il dritto di non essere d’accordo, ma hai il dovere di esprimerti bene”

Detto diversamente, l’animale può mostrare il suo disappunto ma non ha il dritto di ” spaccarvi la faccia” per farlo.

F.D.